ENRICO CIRIO – CATTEDRALI DI LUCE IN ORDINE SCOMPOSTO

ENRICO CIRIO – CATTEDRALI DI LUCE IN ORDINE SCOMPOSTO
A cura di Patrizia Maggia
23/24/25 ottobre 2020 F
atti ad Arte Palazzo La Marmora
Biella Piazzo

La quarta edizione di Fatti ad Arte dedicherà il percorso espositivo ad un alto esponente dell’artigianalità nel mondo, il Maestro orafo Enrico Cirio, di cui il territorio biellese vanta le origini. Enrico Cirio, (1932-2007) artigiano orafo, artista, poeta, scrittore e esteta. Nasce in una famiglia di grandi orafi, entra nella bottega del nonno e del papà per imparare i primi rudimenti, poi gli studi in aeronautica e la frequentazione della Scuola per Orafi E. Gherardi di Torino. Cirio segue ogni fase della lavorazione, dal bozzetto, al disegno, alla ricerca dei materiali, all’incassatura delle pietre, compreso il contenitore di presentazione e di conservazione. La sua mente vorace e avida di sapere lo porta ad interessarsi d’arte, di architettura, filosofia, meccanica, poesia.
Ogni prezioso diventa depositario di una fabula, di una leggenda o di un aneddoto. Crea spille, anelli, bracciali, collane, ma anche accessori e arredi utilizzando materiali diversi.
Oro giallo, diamanti e pietre preziose sono spesso accostati a metalli poveri, come il ferro o il carbone, ma anche a sabbia e a polvere di lava. Affascinato dall’arte povera frequenta Pistoletto e Gilardi che gli ispirano tantissimi lavori. Sono più di tremila i pezzi creati dall’artista.
Gioielli unici che hanno conquistato Reali, personalità di spicco, star di Hollywood e amanti del bello di tutto il mondo. Oggi la Maison Cirio continua a riprodurre i suoi gioielli scultura, partendo dalle centinaia di bozzetti e disegni che l’artista ha lasciato. Ma sono la vita di Enrico Cirio, la sua personalità, il suo viaggio nella Storia della Gioielleria che meritano di essere trasmessi, quale esponente a pieno titolo dell’alta gioielleria italiana.
Mostra Cirio


Main partner
Partner
Collaborazioni
Con il sostegno
Organizzazione